Sosta nelle strisce blu oltre l'orario, niente multa?

In risposta a un'interrogazione parlamentare il ministero dei Trasporti e delle Infrastrutture chiarisce che il pagamento...

In risposta a un'interrogazione parlamentare il ministero dei Trasporti e delle Infrastrutture chiarisce che il pagamento in misura insufficiente non costituisce violazione, ma inadempienza contrattuale non sanzionabile con una multa. Insorgono i Comuni: "Un parere non fa legge".

I Comuni non vogliono farsene una ragione e, nonostante il parere del ministero dei Trasporti e delle Infrastrutture, annunciano che continueranno a multare gli automobilisti che lascino la vettura nelle strisce blu oltre l'orario pagato. A dispetto del dicastero che, in risposta a un'interrogazione parlamentare, si è espresso chiaramente.

 

Spiegando come, "nel caso di sosta illimitata tariffata, il pagamento in misura insufficiente non costituisce violazione di una norma di comportamento, ma configura unicamente un'inadempienza contrattuale". E se il pagamento parziale implica solo il saldo della tariffa non corrisposta, nessuna multa può essere elevata, perché "in materia di sosta, gli unici obblighi previsti dal Codice della Strada sono quelli indicati dall’articolo 157, comma 6".

 

Ovverosia, l’obbligo di segnalare in modo chiaramente visibile l’orario di inizio della sosta, qualora questa sia permessa per un tempo limitato, e quello di mettere in funzione il dispositivo di controllo della durata della sosta, se presente. Le amministrazioni locali, secondo il ministero, possono sempre recuperare i mancati pagamenti compresi il rimborso delle spese e le penali. Ciò che i Comuni considerano inattuabile, e, rivendicando che un parere non fa legge, continueranno con le contravvenzioni.

StampaEmail