NEL 2012 L'USATO VA IN ROSSO, BENE SOLO LE RADIAZIONI

Se il nuovo piange, anche l'usato non ride, chiudendo il 2012 con il segno meno. I passaggi di proprietà delle autovetture, escludendo le minivolture (i trasferimenti temporanei al concessionario in attesa della rivendita) hanno segnato una flessione del 10,3% a 2.504.773 veicoli, e un calo pressoché analogo, pari al 10,5%, da 591.884 a 529.817 unità, si è registrato per le due ruote. 

 

I dati pubblicati nel bollettino mensile AutoTrend dell'Automobile Club d'Italia, segnalano anche che a dicembre, rispetto allo stesso periodo del 2011, il calo è stato del 15,4% per le auto e del 24,1% per le moto. Nel mese, per ogni 100 auto nuove sono state vendute 203 vetture usate, mentre nel computo annuo si scende a 179.

 

Ogni 100 autovetture nuove, 103 sono state radiate mediamente nel 2012. Positivo appare invece il dato delle radiazioni, corrispondenti a 1.438.341 vetture tolte dalla circolazione, cifra in crescita dell'1,2% rispetto al 2011. Ancora migliore l'evidenza per le moto, con 137.309 unità radiate, il 12,4% in più dell'anno precedente. 

 

"Il drammatico crollo del mercato auto registrato nel 2012 - ha affermato Angelo Sticchi Damiani, presidente dell'Aci - è la naturale conseguenza dei costi e della pressione fiscale che oggi gli italiani devono sostenere solo per il fatto di possedere un veicolo. Oggi gestire l'auto richiede una spesa annua che sfiora i 3.500 euro, costi cresciuti del 4,5% sul 2011". 

StampaEmail