Allarme furti al Sud, il rent-a-car minaccia la chiusura

L'impennata dei furti di auto a noleggio nelle regioni meridionali, e in particolare in Sicilia, Campania e Puglia, mette a repentaglio la continuità del servizio in queste aree. La minaccia viene dalle compagnie del rent-a-car, che, attraverso l'Aniasa, l’associazione nazionale dell'autonoleggio e dei servizi sutomobilistici, lancia l'allarme per cui "se il trend non dovesse cambiare nei prossimi mesi, saremo costretti ad abbandonare le località a maggiore rischio". 

"Chiediamo - sottolineano con forza le imprese del noleggio -  l’attivazione immediata di un tavolo sulla sicurezza che coinvolga amministrazioni locali e centrali e che definisca modalità di collaborazione con le forze dell’Ordine per individuare contromisure efficaci di contrasto al fenomeno". Non c'è dubbio che il ritirarsi delle compagnie del rent-a-car dalle zone più colpite dai furti avrebbe ricadute dirette sia sui servizi di mobilità per i turisti, sia sui livelli occupazionali, nonché sull'immagine del Paese all'estero.

StampaEmail